REPRESSIONE FASCISTA

Reggio Emilia, 11/02/2012

A tutti i cittadini

A tutti gli antifascisti

Oggi nel tentativo di raggiungere un locale pubblico dove ripararsi dal freddo, alcuni compagni del movimento di RE sono stati fermati dalla Digos e in tale occasione gli è stato notificato che per loro era impossibile raggiungere il locale di destinazione in quanto nella piazza antistante al bar, due ore dopo si sarebbe tenuta una manifestazione sulle foibe che prevedeva la partecipazione di vari gruppi legati all’estrema destra fascista.

Questa ci ricorda quando gli oppositori del fascismo venivano confinati,repressi, al fine di impedire un qualsiasi dissenso. Ci ricorda anche le disposizioni di legge fasciste che prevedevano il fermo dei soggetti politicizzati in determinate occasioni.

Inoltre alla domanda di un compagno se, da libero cittadino, poteva attraversare la piazza per accedere al locale, la risposta è stato un secco “ NO. Voi non siete liberi cittadini ”.

Ciò dimostra ancora una volta l’appoggio incondizionato di cui godono alcuni gruppi xenofobi, razzisti e autoritari da parte dello stato, di cui sono i naturali servitori, e delle sue forze di repressione,dell’assoluto menefreghismo dell’antifascismo istituzionale targato ANPI-CGIL-PD che continuano a riempirsi la bocca di belle parole ma di fatto rimangono complici del tentativo di radicamento di tali gruppi sul territorio.

Notiamo altresì come l’amministrazione comunale non abbia avuto difficoltà a concedere la piazza principale della città a gruppi fascisti mentre ha sempre negato l’agibilità a tutti coloro che si muovono in una direzione di radicale opposizione agli autoritarismi politici, economici e sociali.

L’INDIFFERENZA E’ COMPLICITA’

Gli antifascisti reggiani.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

One Response to REPRESSIONE FASCISTA

  1. branko says:

    ya basta

Comments are closed.