1° PREMIO LETTERARIO “FRANCESCO VICARI”

1° PREMIO LETTERARIO “FRANCESCO VICARI”

IL COMPAGNO POETA
Francesco Vicari, nato a Lercara Friddi il 12 aprile 1955, è stato un compagno e poeta vissuto a Reggio Emilia sotto controllo del sistema psichiatrico-giudiziario italiano.
Da persona umile e rispettosa qual’era, Francesco amava raccontare la sua particolare storia con ironia e uno spiccato senso critico giacché, ai tempi in cui la leva militare era obbligatoria per tutti i giovani, egli, ancora studente, aveva deciso liberamente di ripudiare guerra, armi e divise.
Una scelta carica di umanità che, però, costò cara a Francesco. Infatti, egli teneva a sottolineare che dopo essere stato arrestato con l’accusa di diserzione, mentre, in treno, cercava di lasciare l’Italia, fu giudicato “insano di mente”.
Da quel momento la sua vita è diventata un calvario di visite psichiatriche, prescrizioni mediche, controlli e psicofarmaci, ma egli non ha mai perduto la sua genuinità, mantenendo sempre quella originale sensibilità ispiratrice di tanti suoi scritti.
Prima di andarsene Francesco aveva voluto vedere di persona lo scempio e la devastazione perpetrata dai cantieri TAV in Val di Susa, perché aveva espresso il desiderio di voler stare “laddove la gente lotta davvero per la propria dignità, per l’ambiente e la democrazia”.
Francesco ci ha lasciato il 14 dicembre 2012 proprio mentre la gente della sua terra nativa, la Sicilia, iniziava una nuova lotta dal basso contro il sistema MUOS e contro la prepotenza e delle lobbies militari e di guerra.
Ora il compagno poeta, umile e gentile, è finalmente libero di viaggiare, disertare e lottare tra la Val di Susa e Niscemi.

PREMIO LETTERARIO “FRANCESCO VICARI”
Al premio letterario “FRANCESCO VICARI” può partecipare chiunque. La partecipazione al concorso è libera e senza contributo d’iscrizione.
Le opere a concorso saranno liberamente fruibili da tutti/e e non normate da copyright.
Il premio non è a carattere competitivo in quanto rappresenta un momento di convivialità per omaggiare un compagno amato da tutto il movimento reggiano.
I lavori possono essere poesie, racconti o saggi, trascritti in Times New Roman 12 e della lunghezza massima tre facciate di Word, OpenOfficeWriter, PDF ecc.. I testi dovranno ispirarsi al tema dell’impegno sociale e della lotta dal basso per i beni comuni e dovranno essere fatti pervenire all’indirizzo e-mail premiofrancescovicari@gmail.com entro e non oltre il 26 maggio 2013.
Racconti, poesie e saggi saranno presentati sabato 1 giugno 2013 presso lo Spazio Autorganizzato R60 in Via Berta 4/C.

PREMI
Considerato l’aspetto conviviale e non competitivo del concorso, i premi in palio sono “popolari” e consistono:
1° classificato – buono da 50€ per acquisti presso la libreria “Infoshop Mag 6” in via Sante Vincenzi 13/A a Reggio Emilia;
2° classificato – buono da 30€ dell’osteria vineria “Guerrina” di Reggio Emilia in via Migliorati 2;
3° classificato – buono da 20€ della caffetteria e birreria “Paguro Caffé” di Reggio Emilia in via Monzermone 3/A.

è possibile richiedere copia del regolamento del concorso presso gli esercizi suddetti che, molto gentilmente, hanno voluto offrire il proprio contributo al concorso mettendo a disposizione i premi.
Il regolamento può anche essere richiesto presso lo Spazio Autorganizzato R60 in via Berta 4/C Reggio Emilia o scaricato dal link http://collettivor60.noblogs.org/

VINCITORI:
1° classificato: Francesco Borghi: BorghiStefano_Puoi ucciderePuoi morire

2° classificato: Nazim Comunale ComunaleNazim_FrancescoVa InUnioneSovietica

3° classificato: Enrico Finocchiaro: FinocchiaroEnrico_LaMusicaDelNemico

BassiSimona_CartaCostituzionale

ToniSilvano_InBarbaAlMare

CentroneStefano_PiccolaSperanza

SolianiGiovanna_AcrosticoPerFrancesco

TedeschiPierluigi_EsameObiettivoGenerale

PrimoPremioLetterearioFrancescoVicariRegolamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *